Un milanese conquista San Remo

–di Daniele De Natale II I Cari amici vicini e lontani, è con immenso piacere che vi do il benvenuto alla 69 ̊edizione del Festival della Canzone Italiana. Proprio così, perché dal 5 al 9 Febbraio è andata in onda su Rai1 la più famosa kermesse canora della nostra Penisola. Dal punto di vista dello spettacolo le serate rimangono statiche e a tratti tediose. La … Continua a leggere Un milanese conquista San Remo

Let Boys Be Feminine

  -di Paolo Russo IIIL Quest’estate, riguardando i miei vecchi articoli, mi sono reso conto che ho spesso parlato di machismo, ma che non l’ho mai definito completamente. Sì, vi ho dato qualche piccolo suggerimento, fiammelle che si sono accese, ma che necessitano di essere alimentate. Dunque, Let Boys Be Feminine. (l’inglese lo uso soltanto perché, come al solito, i movimenti progressisti non nascono mai … Continua a leggere Let Boys Be Feminine

Concorsi Oblò 2019

Carducciane e Carducciani! Per svelare il vostro estro creativo, il vostro talento di bohemiens, come ogni anno potrete partecipare ai concorsi Oblò! Quest’anno tra fotografia, poesia e disegno c’è un’ampia gamma di scelte, tutte incentrate sull’interiorità e sull’identità umana. Partecipate numerosi – la scadenza è il 2 maggio, per cui avete quasi tre mesi di tempo! Continua a leggere Concorsi Oblò 2019

Fiori dal cemento

– di Margherita Botti 3H

C’era una terra silenziosa, bellissima, ma muta, silente, non perché qui le cose non avvenissero, ma perchè la patina ovattata di omertà corrodeva nel buio della memoria il ricordo degli avvenimenti. Era una terra dove le uniche istituzioni non erano quelle dello Stato ma quelle riconosciute da sempre come tali, era la terra dove lo Stato non arrivava primo perchè tutti sapevano a quale “autorità” più forte e vicina si sarebbero dovuti rivolgere. Continua a leggere “Fiori dal cemento”

Corpi in rivolta- pt.2

di Proud

Cos’è successo poi? Come siamo finiti dalla rivolta, dal sogno di una nuova morale, più libera, laica, che permettesse a tutti di essere ugualmente liberi, badate bene, non di essere uguali nei comportamenti, nei corpi e nelle relazioni, che liberasse definitivamente il piacere, che mettesse la dignità di ogni individuo al centro, a diventare brutte copie degli eterosessuali? A dimenticarci dei diritti dei lavoratori, di quelli delle donne, tanto che oramai gay e lesbiche non fanno nemmeno più fronte comune, di quelli degli emarginati, degli abitanti delle periferie-ghetto dimenticate o peggio vittime di fenomeni di gentrificazione selvaggia? Continua a leggere “Corpi in rivolta- pt.2”

Addio a una persona per bene – Ricordando Fabrizio Frizzi –

– di Daniele Di Natale 1I

È il 26 Marzo scorso. Sono a scuola, nell’aula informatica del nostro liceo, suona la campana, e così un altro lunedì è passato. Un mio amico, Gabriele, penna dell’Oblò, accende il cellulare e legge “Addio a Frabrizio Frizzi”. Non ci credo. Gli strappo il telefono di mano e scopro che è tutto vero: è morto Frizzi a soli 60 anni. Inizio a spargere la voce e la reazione di tutti è la stessa: “L’avevo visto ieri sera”.
Continua a leggere “Addio a una persona per bene – Ricordando Fabrizio Frizzi –”

Bebe Vio: la vita è una figata!

-di Lucia Berno 1M

Le mie caratteristiche mi piacciono, io così mi sento bene, mi sento forse meglio di come mi sentivo prima.
In un certo senso io devo ringraziare la malattia perché mi ha fatto scoprire tutto un nuovo mondo che è quello paraolimpico e mi piace un sacco, sto scoprendo questo sport e per me è la cosa più bella di tutte. Per me il sogno era Rio, e adesso io a Rio ci sono andata.  Continua a leggere “Bebe Vio: la vita è una figata!”